La Vendemmia Notturna

Da più anni ormai l’evento culturale, conosciuto come “Vendemmia notturna”, prende vita nel cuore dell’autunno, tra i filari dei vigneti.

Il vino diviene vero e proprio veicolo di comunicazione, capace di condurre gli spiriti umani verso l’esplorazione dell’incantevole universo della cultura. La “Vendemmia notturna” è, dunque, un invito ad intraprendere un’avventura sensoriale, cognitiva e avvolgente, unica nella sua tipologia. L’azienda vinicola “Terra dei Re”, ogni anno, in modo singolare e irripetibile, si propone di realizzare l’evento culturale “Vendemmia notturna”.

L'idea di un vino prodotto con uve vendemmiate di notte è supportata dal risultato di alcune ricerche che affermano la presenza concentrata nelle ore notturne di composti dal carattere aromatico. Questo si avvera riguardo ad uve a maturazione tardiva come l'Aglianico perchè nel periodo di maturazione l'escursione termica giorno-notte è elevata.
La pianta, per proteggere l'acino dagli effetti dell'escursione termica, ne concentra all' interno i composti aromatici che hanno la funzione di elasticizzare la buccia per evitare rotture.
Il vino Nocte viene realizzato con queste uve raccolte di notte dove la concentrazione degli "aromatici" è maggiore, ma questo non basta, perchè se partisse subito la fermentazione questi aromi volerebbero via con l'anidride carbonica prodotta dalla fermentazione.

Quindi le uve vengono ammostate e immesse in un contenitore dove si svolge la "macerazione prefermentativa a freddo" che dura per tre giorni, con continui rimontaggi finalizzati alla solubilizzazione di questi "aromatici".

Dopo questo periodo si fà iniziare la fase fermentativa classica che dura dai cinque ai sette giorni.
Il vino che ne viene fuori oltre ad esprimere i caratteri classici dell'Aglianico ha un bouquet molto più ampio e si fà apprezzare per la sua originalità.



Menu